Slow travel e trekking in Brasile

Turismo attivo in Brasile: Ilha Grande

Andare dall’altra parte del mondo per fare del turismo attivo in Brasile non è sicuramente la prima cosa che ci verrebbe in mente. Ebbene il Paese della samba offre una varietà di posti e opzioni per viaggiare slow che sinceramente non immaginavamo. E la buona notizia che non c’è bisogno di andare a finire nell’Amazzonia centrale per poterne godere.

Tra le mete più belle e interessanti che si possono raggiungere c’è il tratto di costa tra Sao Paulo e Rio de Janeiro. Questa location non è da sottovalutare. Entrambi gli aeroporti sono raggiungibili facilmente dall’Europa senza dover fare troppi scali. I prezzi sono spesso competitivi e le compagnie che operano su queste tratte molte. Basta dare un’occhiata come si deve a Skyscanner. Vale anche molto la pena informarsi con compagnie insolite. Il prezzo piú abbordabile che abbia mai trovato era di un volo di Air Marocco (???) da Barcellona! Insomma non ci sono scuse per non organizzare un viaggio slow in Brasile.

Tornando al titolo di questo articolo. Ilha grande è un’isola che si trova giusto di fronte ad una località chiamata Angra Dos Reis, a un paio d’ore in bus da Rio de Janeiro. Raggiungibile con un traghetto da Angra e da Mangaratiba. Se vieni da Rio, meglio arrivare a Mangaratiba in effetti. Il viaggio in ferry dura un’ora in più ma almeno ti eviti il trasporto su gomma. Quest’ultimo non è il massimo anche se tra le esperienze è annoverabile tra quelle di turismo attivo in Brasile.

Destinazione per un viaggio slow: Ilha Grande

Andiamo al dunque. Perché mai scegliere Ilha Grande per un viaggio slow o per fare del turismo attivo? Semplice. E’ un’isola piccolina, non ci sono macchine. A dire il vero non ci sono neanche strade. A parte una piazza centrale con dei sampietrini, tutte le altre strade sono di terra. I negozi, gli ostelli e i ristoranti vengono riforniti dai locali con dei carretti.

Turismo attivo in Brasile a Ilha Grande

I centri abitati sono solo due. Abrao e Dois Rios. Il resto è spiaggia, foresta oceanica e barchette colorate. Il posto ideale per fermarsi a dormire almeno all’inizio è Abrao. E’ pieno di ostelli ma almeno ci sono un paio di supermercatini e ristoranti dove mangiare.

Per spostarsi sull’isola le opzioni sono due: trekking e taxiboat.

Turismo attivo in Brasile: I trekking di Ilha Grande

Amanti dell’avventura, buone notizie. Il turismo attivo in Brasile qui raggiunge la quinta essenza. L’isola presenta un sistema di “trilhas” pensata per fare il giro dell’isola. Per farlo interamente ci vogliono 5-6 giorni ed occorre essere abbastanza in forma. Se chiedi in giro ti diranno che è semplice, ma i Brasiliani hanno un’altro metro di misura per quanto riguarda queste cose. Inoltre molti di quelli a cui chiedi informazioni lo hanno fatto. Ti rispondono più che altro per cortesia.

Slow travel e trekking in Brasile

In alternativa si possono intraprendere camminate in giornata più che soddisfacenti. Considerando che tra andata e ritorno, non sono mai meno di cinque ore di cammino. Una raccomandazione. Se la mattinata è nuvolosa probabilmente pioverà. Se non piove da qualche giorno probabilmente pioverà. Se la mattina presto piove, indovina. Pioverà.

Qui non troverai niente lungo la strada. Porta sempre acqua in abbondanza. Il clima tropicale umido è ingannevole. Sudi e non sempre hai una forte sensazione di calore. In parole povere ti disidrati e non te ne accorgi.

Escursioni in barca

Appena arrivati sull’isola, sarete aggrediti da chi vi vuole vendere le escursioni in barca. Accettate. Non fatevi neanche troppi problemi, tutti vi vendono gli stessi tour e tutti hanno gli stessi prezzi. Tanto poi verrete rimbalzati all’agenzia di competenza. Vale la pena fare un giro sui motoscafi più cari (parliamo di 30 euro a persona per una giornata intera). Le barche economiche trasportano un’esagerazione di persone, sicuramente una cosa non da slow traveller.

Turismo attivo in Brasile, Ilha grande

I giri più interessanti sono anche piú lunghi. Fateli, ne vale la pena. Da tenere in considerazione che se non si vuole fare un trekking è il miglior modo per raggiungere le spiagge piú belle dell’isola. Spiagge enormi, sabbia fine, animaletti qua e lá e gente che fa surf. Dei posti incredibili

Immersioni a Ilha Grande

Insieme ad Ilhabela, Ilha Grande è uno dei santuari delle immersioni. I prezzi partono da 60 Euro per una specie di battesimo dell’immersione. Purtroppo non siamo riusciti a provare l’esperienza causa maltempo. A quanto pare il fondale è pieno di coralli e tartarughe. Da buon viaggiatore attivo, se hai già esperienza, in alcune agenzie è possibile organizzare immersioni presso un paio di relitti. Se non vado errato si trovano a non meno di venti metri di profondità.

Cose da vedere e fare a Ilha Grande

Oltre ad essere una destinazione per il turismo attivo in Brasile, Ilha Grande offre anche altro. Per quanto riguarda la gastronomia e’ uno dei posti migliori per provare la Moqueca. Una sorta di caciucco alla brasiliana accompagnato da riso bianco e farofa.

Se ti interessa il carattere storico dei posti che visiti, è molto interessante fare una visita all’acquedotto dell’isola. E’  un acquedotto che sembra romano ma costruito tra il 700 e l’800. Fatto di pietra, cemento e grasso di balena. Incredibile vero?

Sull’isola è infine presente una struttura che è stata sanatorio, prigione, baracca dell’esercito e di nuovo prigione. E’ in stato d’abbandono ma è interessante vedere come la natura ha ripreso il suo spazio.

Scrivo questo post sull’isola dopo solo tre settimane di permanenza in Brasile. Se leggi dopo molto tempo e hai altre domande sul turismo attivo in Brasile, contattami avrò sicuramente altre informazioni da dare.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami