Categorie
Spagna

Cosa vedere a Siviglia

Home » Spagna » Cosa vedere a Siviglia

Questa volta a parlarci di una delle città più belle d’Europa è Anna Centonze, guida turistica ufficiale a Siviglia.

Se hai deciso di cominciare il tuo viaggio in Andalusia facendo tappa a Siviglia, ti suggerisco cosa visitare in città in due o tre giorni. Siviglia ha molto da offrire ai visitatori, sono sicura che non ti deluderà.

Noterai subito che Siviglia è un mix di tradizione e modernità, è una città a misura d’uomo con un grande centro storico che si percorre facilmente a piedi e che si muove a un ritmo tranquillo e senza stress. Non avere fretta! E’ una città da assaporare con calma.

Cattedrale di Santa Maria della Sede

Il primo monumento imperdibile da visitare a Siviglia è la cattedrale di Santa Maria della Sede, tra le più grandi del mondo. È una fusione di gotico, rinascimento e barocco, ma le sue origini sono arabe. È stata costruita sulla moschea maggiore della città, quando questa si chiamava Ishbiliya, quasi alla fine dei cinque secoli di dominazione musulmana. Sarà facile notare il tocco moresco medievale: appena si entra ci si trova nell’antico patio delle abluzioni, ancora circondato dai tipici archi a ferro di cavallo. Da lì si accede all’edificio gotico, simbolo evidente del potere cattolico del cinquecento.

I punti principali della cattedrale sono la sacrestia, la sala capitolare, l’imponente altare maggiore e la tomba di Cristoforo Colombo. Cosa ci fa l’ammiraglio più famoso della storia a Siviglia? Lo scopriremo fra poco. Dall’interno della cattedrale si può salire in cima della Giralda, senza dubbio il simbolo di Siviglia; era il minareto della moschea, oggi campanile. Il panorama dall’alto è spettacolare. 

La cattedrale di Siviglia

Per evitare le lunghe code di accesso, consiglio di acquistare i biglietti su www.catedraldesevilla.es

Real Alcázar

Accanto alla Cattedrale troviamo una misteriosa fortezza, che, appena entrati, sorprende per le sue dimensioni, per la sua struttura di labirinto, per i suoi giardini e per il suo stile. È il Real Alcázar, ancora una volta un edificio arabo, in questo caso palazzo reale, ricostruito a tappe dai cristiani. Oggi è ancora proprietà della famiglia reale spagnola.

Dal patio di ingresso, e in ordine cronologico possiamo accedere al palazzo gotico, al palazzo mudéjar e alla Camera di Commercio delle Indie. Questa istituzione ha controllato per due secoli, dopo la scoperta dell’America, l’espansione dell’impero spagnolo nel nuovo mondo. Sai chi diede il via a questo periodo di ricchezza della Spagna ma soprattutto di Siviglia? Proprio lui, Cristoforo Colombo. Ecco svelato il perché della sua sepoltura a Siviglia!

Dopo i palazzi, ci si ritrova in un giardino enorme e ricco di colori, maioliche e profumi. I fan del Trono di Spade lo conosceranno bene, è fra gli scenari della quarta stagione del famoso film.

Per visitare il Real Alcazar è necessario acquistare i biglietti in anticipo, su www.alcazarsevilla.org

L’Alcazar e la Cattedrale sono siti Unesco insieme a un terzo edificio un po’ meno famoso, ma meritevole di una visita. Lo trovi fra i due monumenti, ed è l’Archivio delle Indie. Si visita gratuitamente, e conserva più di 80 milioni di documenti relativi all’impero spagnolo di valore inestimabile, oltre ad ospitare periodicamente esposizioni sulla stessa tematica.

Il Guadalquivir e las torres

E già che parliamo di Indie, cioè di America, a pochi minuti dalla zona monumentale si trova il Guadalquivir, il “grande fiume” dei musulmani, epicentro del porto fluviale verso le Indie. Oltre a fare una passeggiata lungo il fiume, si può visitare la Torre del Oro o la Nao Victoria, replica della nave superstite del primo viaggio intorno al mondo di Magellano e Elcano (1519-1522), iniziato e finito a Siviglia. Info e tickets su www.espacioprimeravueltaalmundo.org.

Attraversando il ponte di Isabel II, con una vista molto suggestiva dei due lati del fiume, si arriva al celebre quartiere di Triana, e qui consiglio di pranzare nel mercato.

Plaza España

A pochi minuti dal centro puoi visitare la zona dell’Expo del 1929. Ne restano pochi padiglioni, e il più importante è la famosa Piazza di Spagna. Fidati, non troverai una piazza simile in tutta la Spagna, è unica. L’edificio è un semicerchio con uno spazio ampio e una fontana al centro, con un canale e quattro ponti per attraversarlo. Lungo il portico ci sono panchine e mosaici che rappresentano le province spagnole, ed il tutto è tempestato di maioliche colorate. Oltre a decine di foto e a un giro in barca a remi, nel colonnato centrale di solito si più assistere a uno spettacolo di flamenco improvvisato da artisti di strada.

Visitare Plaza España a Siviglia

Ti consiglio di visitare piazza di Spagna al tramonto o al mattino, prima che il sole scaldi un po’ troppo l’ambiente, in quanto è priva di ombra. Suggerisco anche una passeggiata nel bellissimo Parco di Maria Luisa, adiacente a piazza di Spagna, un vero e proprio giardino botanico e monumentale, anch’esso del 1929. Si può visitare anche in bici o in tandem.

Il Casco Antiguo

Tra le cose da visitare a Siviglia, il centro storico è sicuramente quello più adatto per chi non ama entrare e uscire da musei e palazzi storici. E’ un vero e proprio labirinto di strade e vicoli serpeggianti, soprattutto a Santa Cruz, l’antico quartiere ebraico di Siviglia, ricco di angoli mozzafiato, cortili e piazzette, e di negozi di souvenirs e artigianato. La passeggiata continua verso l’Alfalfa, dove si trovano dei buoni bar de tapas e la chiesa del Salvador (visitabile con il biglietto della Cattedrale). È la seconda chiesa più grande di Siviglia, definizione perfetta del barocco e della personalità sivigliani.

Dal Salvador sei a un passo dalla zona commerciale di Siviglia e dal monumento più moderno e polemico della città: il Metropol Parasol, anche detto Las Setas. La struttura in legno più grande del mondo, attira l’attenzione dei turisti e fa storcere il naso ai sivigliani più tradizionalisti dal 2010. L’ascensore porta al piano superiore, per una bella panoramica della cattedrale e della Giralda. Info e biglietti su www.setasdesevilla.com 

Su www.visitasevilla.es ci sono tutte le informazioni attualizzate su Siviglia e i suoi monumenti, e per non perderti nessun dettaglio di questa meravigliosa città puoi contattarmi per una visita guidata su www.enjoysevillatours.com 

Anna Centonze, guida turistica ufficiale a Siviglia

Ti aspetto a Siviglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *