san francisco e alcatraz

San Francisco e Alcatraz: tutto quello che devi sapere

Andrea

Home » Stati Uniti » San Francisco e Alcatraz: tutto quello che devi sapere

Tutti abbiamo sentito parlare di Alcatraz, e molti la conosceranno grazie al celebre film “Fuga da Alcatraz”: si tratta di uno dei posti più suggestivi al mondo, intorno al quale sono nate tante storie e leggende che gli hanno dato una fama sinistra. Oggi, molti la considerano un’isola infestata dai fantasmi delle anime dei detenuti che sono morti in maniera violenta nelle sue prigioni.

Ci sono tante persone attratte da tutte queste storie che desiderano poterla visitare. Se stai pianificando un viaggio a San Francisco, Alcatraz è una tappa imperdibile. Per sapere di più su come arrivare all’Alcatraz, questo articolo è perfetto per te.

Cosa sappiamo di Alcatraz?

L’isola ha una superficie di circa 85.000 metri quadrati e si trova a circa due chilometri dalla baia di San Francisco. Il carcere che si trovava qui era famoso in tutto il mondo per la sua estrema rigidità: infatti, i detenuti scontavano la pena in celle singole davvero piccole.

In 29 anni, ci sono stati circa 14 tentativi di fuga di circa 36 detenuti. La maggior parte di queste evasioni sono fallite e alcuni prigionieri sono stati uccisi mentre cercavano di scappare, mentre altri sono stati catturati, messi in isolamento e puniti severamente.

Tutti ricordano l’episodio della battaglia di Alcatraz, durante la quale tre prigionieri sono riusciti a evadere: sembra che, con un cucchiaio, fossero riusciti a scavare un tunnel nel muro abbastanza largo da fuggire. A questo episodio è ispirato il film “Fuga da Alcatraz”, che vede come protagonista Clint Eastwood.

Come fare per visitare Alcatraz?

Oltre ad avere la fama di prigione dalla quale sembrava impossibile evadere, la celebrità di Alcatraz è data anche dal fatto che abbia ospitato detenuti davvero noti, come ad esempio Al Capone. Esistono vari tour per visitare San Francisco e, insieme, anche Alcatraz: alcuni durano dieci ore, altri sette, e possono comprendere la visita completa di San Francisco e le zone circostanti oppure solamente i luoghi costieri.

Il tour completo dura circa 10 ore e costa in media 199 euro e comprende un giro di tutta la Bay Area e della città di San Francisco: se è la prima volta che vieni in questa meravigliosa e affascinante città, può considerarsi l’opzione più adatta alle tue esigenze. Niente paura per chi non conosce l’inglese, perché sarà possibile avere un’audioguida con cui ti verrà tradotta ogni spiegazione e ti saranno fornite tutte le informazioni necessarie.

In questo tour sarà anche possibile visitare la foresta delle sequoie di Muir Woods: anche questa è un’esperienza imperdibile, perché non tutti sanno quanto siano diametralmente grandi questi alberi secolari, e vederli da vicino è davvero emozionante. Nel pomeriggio, è in genere previsto l’imbarco sul traghetto, per raggiungere l’inquietante isola di Alcatraz.

Vediamo in seguito quali tappe comprende questo giro turistico.

  • L’antico molo di Fisherman’s Wharf: è famoso per via dei leoni marini che salgono qui a riposare dopo lunghe e stancanti nuotate e immersioni nella baia. Sono davvero affascinanti da guardare, ma bisogna fare attenzione perché, se disturbati, possono diventare aggressivi.
  • Muir Woods National Monument: costituisce la più grande e famosa foresta di sequoie che rende San Francisco ancora più amata dai turisti.
  • Chinatown: è un quartiere di San Francisco dove vivono prevalentemente cinesi ed è tra le più grandi e variopinte di tutti gli Stati Uniti D’America.
  • Pacific Heights: consiste in un quartiere residenziale davvero elegante e sofisticato, tra i più belli della costa, da cui è possibile ammirare il panorama sulla California. Vale davvero la pena andare a passeggiare per queste strade.
  • North Beach: si tratta di una zona di San Francisco di stampo italiano, e chi arriva dalla nostra penisola non può rinunciare a visitarla.
  • Mission District: consiste in un quartiere latino di San Francisco tutt’altro che noioso.
  • Il Castro: si tratta del quartiere LGBT della città, e qui possiamo trovare ristoranti e bar tra i più interessanti e frequentati di San Francisco.
  • Haight-Ashbury: in questa zona della città pochi sanno che è nata la cultura hippie negli anni ’60, che poi si è diffusa anche oltreoceano.
  • Il Golden Gate Bridge: si tratta di un ponte meraviglioso che vanta di un’architettura unica e affascinante e rappresenta il simbolo di San Francisco.
  • Alcatraz: l’ultima tappa, quella che tutti si aspettano, sarà quella di Alcatraz, la prigione su un’isola della baia di San Francisco.

Come possiamo notare, il tour prevede tantissime tappe: in ogni luogo è prevista una sosta di circa quindici minuti. Il sito dove si passerà più tempo è il bosco di sequoie, dove in media si trascorrerà un’ora. L’ingresso al parco ha un costo non incluso nel tour.

In alternativa potremo optare per un altro tipo di vista, che durerà solamente sette ore e costerà circa 150 euro. Questo tour ci permetterà di visitare solo tre tappe:

  • Muir Woods e Sausalito con visita ad Alcatraz. In questo caso, potremo visitare San Francisco autonomamente.
  • Sausalito: è un piccolo paese che si trova vicino al mare, proprio di fronte la baia di San Francisco. Qui è possibile ammirare il molo della città, che ne rappresenta il simbolo. Sarà davvero emozionante passeggiare lungo la costa, ammirando le case che si affacciano sul mare.

Dopo aver visitato Sausalito, sarà necessario tornare a San Francisco, precisamente a via Pier 33, dove potremo prendere il traghetto che finalmente ci porterà ad Alcatraz. La prigione di Alcatraz ha smesso di funzionare come “penitenziario” nel 1963: è stata per molti anni in stato di abbandono, finché nel 1972 è stata dichiarata Parco Nazionale degli Stati Uniti.

Nel momento in cui i visitatori attraccano, ricevono tutte le informazioni necessarie: è consegnato loro un libricino con tutta la storia dell’isola e ogni visitatore ha un’audioguida, nella quale gli ex detenuti raccontano e spiegano i dettagli della visita. Il giro completo della prigione dura 45 minuti.

Si può entrare in ogni ambiente: le celle, le aree comuni, le guardiole, ecc. I posti più inquietanti sono certamente il cortile, il faro, che è il più antico della costa occidentale americana, le case in rovina degli ex guardiani, ed è davvero affascinante anche osservare le colonie di uccelli marini che si trovano sull’isola.

Infatti, Alcatraz significa isola delle sule, ovvero l’isola dei pellicani: è chiamata così proprio perché quest’isola ha sempre ospitato tanti esemplari di questo uccello marino, anche se è facile vedere pure cormorani e gabbiani.

Conclusioni

È consigliabile prenotare il giro nelle ore pomeridiane, perché la luce dona un’atmosfera particolare a San Francisco, ed è anche il momento più suggestivo per visitare le prigioni di Alcatraz.

Tuttavia, dato che è la fascia oraria più richiesta e affollata, se vogliamo visitare la prigione con più tranquillità è consigliabile andare di mattina. Il giro dell’isola di Alcatraz dura circa 3 ore, a cui va aggiunta mezz’ora di traghetto per arrivarci. È consigliabile portare sempre una giacca, anche se si visita Alcatraz nel periodo estivo, perché l’isola è sempre molto ventilata.

L’ideale sarebbe prenotare i biglietti con largo anticipo, di anche due mesi, perché si tratta di un tour molto richiesto e si rischierebbe di non trovare più posti. È possibile visitare Alcatraz tutti i giorni dell’anno con eccezione del Natale, del Thanksgiving Day e di Capodanno. Il primo traghetto parte intorno alle 8:45, mentre l’ultimo è intorno alle 21:00. Se hai intenzione di visitare San Francisco, una visita su quest’isola è inevitabile. Sarà un’esperienza che non dimenticherai mai.

Contiene inserimenti pubblicitari.