Macchina fotografica da viaggio 2019

Macchina fotografica da viaggio, quale comprare nel 2019

Scegliere la giusta macchina fotografica da viaggio non è una cosa da poco. Questo articolo è rivolto a chiunque piace fotografare in viaggio ma non ha grandi conoscenze in materia. Qui cerchiamo di fare il punto su come iniziare a creare il tuo corredo fotografico da viaggio, partendo dalla fotocamera.

Migliori macchine fotografiche da viaggio del 2019

Sony Alpha 5100

Prezzo intorno ai 400 euro a seconda delle promozioni. Si tratta di una mirrorless digitale. Nella scatola viene accompagnata da un obiettivo 16 – 55 mm e flash integrato. Ottima macchina a ottimo prezzo, ideale per chi vuole fotografare in viaggio senza spendere un capitale. Si tratta di una macchina praticamente tascabile.

macchina fotografica da viaggio sony alpha

Con un secondo obiettivo con maggiore distanza focale, è perfetta per viaggiare e imparare a fotografare.

Nikon D3500

Raddoppiamo il prezzo ma per un buon motivo. Stiamo parlando di una relflex entry level. Se vuoi entrare nel mondo della fotografia per restarci, una reflex è il primo passo. Questo pack standard che linko include tutto quello che ti serve per iniziarti. Gli obiettivi che include il pack, un 18-55 e un 70-200 mm, sono quello di cui hai bisogno per imparare. Potrai praticare con distanze focali angolari fino ad arrivare a uno zoom di tutto rispetto. Perfetto per fotografare monumenti, animali, paesaggi. Inoltre in grado di fare zoom anche da distanze considerevoli senza perdere la qualità fotografica. I nuovi zoom di Nikon sono tutti stabilizzati. Questo implica che anche se non hai un treppiedi o una mano particolarmente ferma, non sarà un gran problema.

Nikon reflex

Panasonic Lumix GX80

Ritorniamo ad una compatta con un prezzo di circa 400 euro. Si tratta di una fotocamera con sensore 4/3 con lenti intercambiabili con la miglior qualità prezzo al momento sul mercato. E’ in grado di produrre foto e video in 4k ed è letteralmente tascabile. Altro grande vantaggio? Essendo un modello di qualche anno fa, è facilmente reperibile a prezzi stracciati su Amazon.

Come scegliere la fotocamera da viaggio

Se speri di trovare la formula magica che ti aiuti a scegliere, purtroppo non esiste. Ogni tipologia di macchina fotografica presenta i suoi pregi ed i suoi difetti. La scelta finale dipende solo da che tipo di foto in viaggio che ti proponi di fare.

Peso e dimensioni

Come tutti i neofiti, all’inizio io avevo una parola ben chiara in mente. Questa parola era “Reflex”. Credevo si trattasse del nonplusultra delle macchine fotografiche da viaggio. In realtà con il tempo ho scoperto che è solo una macchina con un determinato tipo di meccanismo di visione. Tra l’altro tra i più pesanti e voluminosi sul mercato.

Peso e dimensioni sono proporzionali alla qualità della fotografia finale, è vero. Questo è determinato da due fattori principali.

  • Dimensioni del sensore: tutto ciò che fa fotografie ha un sensore. E’ il sostituto digitale delle vecchie pellicole fotografiche. Più grande il sensore, più grandi le foto, maggiore è la qualità. La qualità migliore è normalmente raggiunta dalle “full frame” che sono le macchine con sensore più grandi ma anche le più pesanti, ingombranti e care.
  • Tipologie di obiettivi fotografici: si applica un discorso simile al precedente. Quanto più grande è l’obiettivo, maggiore sarà la sua luminosità, maggiore sarà lo zoom, maggiore sarà il peso.

Ora, ammenocche tu non sia un fotografo di viaggio professionista non hai bisogno di niente di tutto ciò. Pertanto il tuo corredo fotografico da viaggio non dovrà includere un mattone da vari chilogrammi. Inoltre non bisogna sottovalutare che non ha senso avere una macchina fotografica top, se poi non si è interessati al tema della post produzione. Questo implica dedicare ore ad imparare ad usare programmi come Photoshop o Lightroom ed avere un computer adeguato.

Un punto intermedio ottimale

Quindi giunti alla conclusione che non c’è bisogno del top di serie. Non ci rimane che iniziare a capire come ridurre il peso, le dimensioni e fortunatamente anche il prezzo della nostra macchina fotografica da viaggio. Se è la prima macchina che compri, a mio parere, puoi evitare di comprare una reflex.

L’obiettivo reflex presenta alcuni svantaggi per chi inizia a fotografare in viaggio all’inizio:

  • Il sistema di puntamento include un sistema con prisma che riflette l’immagine nel mirino. Questo normalmente questo implica che il corpo della macchina sia più grande per far spazio al meccanismo
  • A differenza delle altre fotocamere, non hai una preview di quella che sarà la foto direttamente nel mirino. Se non hai un buon controllo di quelli che sono i parametri di apertura e diaframma, all’inizio sarà complicato fare delle foto corrette dal punto di vista tecnico
  • Gli obiettivi reflex sono in media più pesanti comparati con gli altri.

Se cerchi il punto perfetto tra qualità e facilità nel trasporto, la soluzione risiede in una Sony Alpha della serie 6.000 o 5.000. Giusto per intenderci, tutte le foto che trovi su Instagram su profili di viaggio e che hanno un livello professionale di foto sono scattate con questo tipo di fotocamera o qualcosa di molto simile.

I punti di forza delle fotocamere di questo formato sono vari.

  • Montano un sensore APS-C. Vale a dire uno dei sensori più vicini al Full Frame e che si utilizza su un gran numero di reflex.
  • Le ottiche sono intercambiabili ed esistono in commercio varie opzioni con aperture e distanze focali varie.
  • Si tratta di fotocamere  semiprofessionali, con le quali è possibile registrare video di qualità piuttosto elevata.

Precisazioni sui megapixel

Siamo portati a credere a causa del marketing che un indice assoluto di qualità siano i megapixel. Non è del tutto vero. Il numero di megapixel ti dice quanti pixel sono contenuti in un immagine che una macchina fotografica, cellulare, video camera crea. Punto.

Semplificando parecchio, possiamo spiegare la cosa in questo modo. A ogni pixel della tua foto corrisponde un quadratino sul sensore della macchina. Più grande è questo quadratino e maggiore sarà la luce che capta. Pertanto, maggiore sarà l’informazione “fotografica” che sarà in grado di digitalizzare. Quanti più megapixel, minore sarà la dimensione del quadratino, minore sarà l’informazione che ognuno di essi apporta all’immagine finale.

Pertanto, a parità di macchina fotografica, non è necessariamente detto che a più megapixel corrisponde una maggiore qualità della foto finale. Portando questo esempio all’estremo, una full frame da 12 megapixel, farà foto nettamente superiori a quelle di un cellulare da 40 megapixel. Vale a dire che una fotocamera di 10 anni fa sorpassa un moderno Huawei P20 pro ad esempio.

Quindi la scelta sta nel trovare il giusto equilibrio tra sensore e numero di megapixels. Ora, di pareri contrastanti ne incontrerai a bizzeffe. Quello su cui concordano grossomodo la maggior parte dei professionisti è che una macchina a partire da 20-25 megapixel con un sensore APS è più che sufficiente per iniziare a fare fotografie serie. E la buona notizia è che già con 300 euro compri una fotocamera spettacolare come ad esempio una Sony Alpha 5100.