Viaggiare in cambio di vitto e alloggio: esperienza con Workaway

Quando si decide di intraprendere un viaggio a lungo termine, se non si è ricchi bisogna pianificare per bene le varie tappe e Workaway ci aiuta in questo. Una maniera perfetta di viaggiare slow, conoscere nuova gente e nuove culture è di fermarsi in un posto e lavorare per un pò. A seconda del Paese in cui ci si trova può essere complicato riuscire ad ottenere un contratto di lavoro.

Un’idea perfetta può essere quella di lavorare in cambio di vitto e alloggio. Ovviamente non si parla di lavorare 8 ore al giorno per dormire e mangiare gratis. Per poter godere del viaggio è importante avere del tempo libero. Esistono varie pagine che ti consentono di viaggiare gratis in cambio di vitto e alloggio. Tra tutte noi per il momento abbiamo testato Workaway come volontari in una fattoria in Andalusia, in un pueblo chiamato Almonte.

Come trovare lavoro in cambio di vitto e alloggio mentre si viaggia

Esistono varie pagine web tramite le quali è possibile viaggiare in cambio di vitto e alloggio come Workay. In particolare se fuggi dalla frenesia del turismo normale e se alla ricerca di un viaggio esperienziale, è la soluzione perfetta.

Tornando alla nostra esperienza diretta. Ci siamo registrati sul sito pagando un’account di coppia. Se effettui la registrazione a Workaway potrai vedere quella che è l’offerta del sito. Una volta scelta la tua destinazione per poter effettivamente entrare in contatto, sarà necessario effettuare la registrazione. Nel nostro caso un’account di coppia ci è costato circa 45$ per tutto l’anno. Se non vado errato un account singolo costa 30$.

viaggiare e fare volontariato

Il sito è facile ed intuitivo da utilizzare anche se purtroppo non ha una versione App. L’offerta è vastissima e si possono applicare vari filtri di ricerca. Insomma come un qualsiasi sito nel mercato travel. Nel nostro caso, subito dopo l’estate abbiamo pensato che fosse una buona opzione provarlo in una fattoria ecologica.

Come funziona Workaway in realtà?

Molto spesso si trovano offerte di gente che ha deciso di vivere una vita fuori dagli schemi soprattutto se si cerca un’esperienza in campagna. Spesso a loro volta hanno esperienza nel viaggiare lavorando nel mondo. Nel nostro caso infatti siamo entrati in contatto con una coppia di viaggiatori, lei spagnola, lui polacco. A un certo punto hanno deciso di voler iniziare una nuova vita ed hanno creato una fattoria con il nome di Global Tribe. Hanno riabilitato un capannone agricolo che è diventato la loro casa e avviato una piantagione di bacche di Goji. Il tutto seguendo il principi della permacultura.

Come Funziona Workaway: volontari all'opera

Purtroppo non tutti quelli che cercano dei volontari hanno capito come funziona Workaway. Sembrerebbe infatti che molti pseudo-imprenditori di vario genere, utilizzino i volontari per non spendere soldi in mano d’opera. Proprio per questo motivo è importante dare un’occhiata sempre alle recensioni che sono state lasciate dai vari workawayers in passato.

Nel nostro caso, la coppia che ci ha accolti aveva bisogno di un aiuto con la raccolta delle bacche di Goji. In totale eravamo 15 volontari e lavoravamo 5 ore al giorno dalle 8:00 alle 13:00. In cambio ricevevano vitto, alloggio e spesso venivano organizzati dei workshop e laboratori. Nel caso della Global Tribe, si trattava di attività connesse con creatività, meditazione e natura. Tutto molto interessante, soprattutto se non si è abituati a questo genere di stile di vita. Altro lato molto positivo è che in questo posto, come in altri Workaway, sono tutti vegetariani e bevono poco alcool. Si tratta insomma di un’ottima scusa per ricaricare le batterie e ripulire corpo e mente. In linea di massima così è come funziona Workaway, o almeno dovrebbe.

Come trovare un volontariato in cambio di vitto e alloggio

La cosa è semplicissima. Una volta trovato il progetto che ti interessa contatti direttamente l’host, ossia la persona che ti ospiterà. Sulla piattaforma non è presente (ancora) un sistema di messaggistica istantanea, quindi la gente può tardare anche qualche giorno nel rispondere. Vari host, dal momento che non possono pubblicare riferimenti diretti, caricano foto con cartelli e riferimenti al progetto. Il consiglio, prima di prendere una decisione è di controllare su Google se si riescono a reperire delle informazioni extra.

Viaggiare in cambio di vitto e alloggio

norAd alcuni può anche venire in mente di avere un contatto più diretto con il candidato. Potrebbe venire richiesta un breve chiamata telefonica, skype o altro. E’ un’ottima occasione per chiedere tutto quello che vuoi. Fare domande strane è perfettamente legittimo. Tieni in mente che in alcune fattorie il bagno potrebbe essere un buco per terra. Non sentirti a disagio nel fare le tue domande.

Metti tutto in chiaro fin da subito. Necessità alimentari, speciali, quando vuoi arrivare, quando vuoi andare via, come fare con le chiavi di notte, qualsiasi cosa possa venirti in mente. C’è anche da dire che gli host sanno perfettamente come funziona Workaway e spesso sono direttamente loro stessi ad avvisarti. Soprattutto i più navigati sanno che tra chi cerca lavoro gratis in cambio di vitto e alloggio c’è ogni tipo di persona.

Alcuni consigli per trovare vitto e alloggio in cambio di lavoro viaggiando

La tipica filosofia dello “scroccone” italiano, non è applicabile. La gente investe tempo e denaro nei progetti di Workaway. Hanno bisogno tanto di persone che si diano da fare quanto saper creare un buon ambiente. Non utilizzare la pagina se stai cercando giusto un posto per dormire. Se invece stai cercando un modo per viaggiare low cost ed imparare qualcosa di nuovo mentre ti rendi utile, allora perfetto.

Età media su workaway

C’è un pò di tutto. E’ normale però che la maggior parte degli utenti siano ragazzi e ragazze giovani tra i 20 e 25 anni. Tuttavia, ci sono molti progetti rivolti a persone più mature, basta cercare. C’è anche chi non vuole gente troppo giovane per timore a ritrovarsi con qualcuno che si ritira tutti i giorni ubriaco dopo una serata trascorsa in giro. Nel dubbio, invia un messaggio.

C’è un periodo di permanenza media per Workaway?

Dipende. A seconda del progetto e dall’esperienza offerta le esigenze dell’host variano. Normalmente chiedono di rimanere un minimo di due settimane. Workaway è perfetto per chi vuole viaggiare con calma. Ad ogni modo, l’importante è comunicare bene con chi ospita sin da prima del tuo arrivo.

Con che tempistiche devo cercare la mia esperienza su Workway?

Meglio pianificare con tempo. A noi ad esempio, in Croazia è successo di non trovare nessuna disponibilità su tutta la zona dei Balcani che abbiamo visitato in estate. Erano già tutti sistemati per i 2 mesi a venire. Passata l’estate invece sembrerebbe essere più semplice.

Che lingue devo conoscere per viaggiare con Workaway?

Dipende da dove viaggi ovviamente. E’ un tipo di esperienza ricercata da gente di vari tipi e livelli di educazione. Con un inglese più o meno decente puoi già sopravvivere.

Esistono altri siti simili a Workaway per lavorare viaggiando?

Chiaro. Ce ne sono vari basta fare una ricerca. Parlando un pò con la gente che abbiamo conosciuto durante la nostra esperienza Workawayle opzioni migliori per viaggiare lavorando sembrerebbero wwoof e helpx. Premetto che non conosco direttamente le dinamiche di queste due community.

Si può viaggiare lavorando solo presso ostelli e fattorie?

No. E’ possibile trovare progetti di ogni tipo. Malgrado ciò, la parte più consistente dell’offerta è costituita proprio da questo genere di attività. Ad ogni modo, basta cercare e appariranno tante altre opzioni valide.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami