Cosa fare e vedere a Gand

Visitare Gand: Cosa fare e vedere

Andrea

Home » Belgio » Visitare Gand: Cosa fare e vedere

Gand (o Gent nella variante fiamminga), si trova nel cuore del Belgio, è stata  nel Cinquecento la seconda città più grande d’Europa. Si tratta di una delle città del Belgio più caratteristiche da visitare.

Sebbene non sempre rientri negli itinerari di chi viaggia da queste parti è bene sapere che si tratta di una cittadina dalle dimensioni piuttosto ridotte e quindi facilmente visitabile anche in un solo giorno.

Attività ed escursioni a Gand

Dieci cose da fare e vedere a Gand

In questo articolo abbiamo raccolto per i nostri lettori una serie di attrazioni, esperienze ed attività che si possono fare a Gand sia che tu stia pianificando una visita di uno o due giorni che una permanenza più lunga.

Centro storico

Il centro storico è davvero molto originale in quanto è abbracciato da due fiumi (Schelda e Leie) ed è caratterizzato da svariati stili architettonici senza dimenticare le tante case private decoratissime perché fino al Settecento le vie non avevano il nome o il numero civico. La particolarità di queste abitazione sono le facciate a scalini.

72 Isole

La città  è sorta nel VII secolo proprio due confluivano i due fiumi ed era inizialmente composta da 72 isole. Poi con il passare del tempo le vie d’acqua sono state coperte per motivi di igiene pubblica anche se l’attuale porto marittimo collega ancora Gand al mare del Nord grazie a una serie di pittoreschi canali.

Nederpolder

La Nederpolder vale a dire la strada più antica della città che collega i due fiumi e qui ci si trova subito sulla magnifica piazza principale  dove un tempo si incrociavano le antiche vie romane. Qui si trova il Beffroi che è la Torre Campanaria  dove si esercitava il potere comunale e nei pressi il Teatro Fiammingo.

La Cattedrale di San Bavone

La cattedrale di San Bavone gotica: nella chiesa oltre a una grande cripta romanica si trova un imponente pulpito roccocò in legno e in marmo di Carrara. Inoltre qui possiamo ammirare anche il dipinto di Rubens su “la conversione del santo a cui è intitolata chiesa” ed anche il polittico de “l’adorazione dell’agnello mistico” dei fratelli Van Eyck.

Si tratta di un vero è proprio capolavoro della pittura fiamminga. E’stato fatto in 14 anni su pannelli di legno e rovere con 17 strati di pittura a olio che gli conferiscono quella luminosità tipica del’arte fiamminga.

Municipio di Gand

L’imponente Municipio un po’ rinascimentale e un po’ gotico. Nelle nicchie della facciata dell’edificio si possono vedere i Conti delle Fiandre che sono stati aggiunti solo ad inizio Novecento.

All’interno si trovano ben 51 stanze , tra cui la cappella nuziale dove tuttora si sposano gli abitanti di Gand. E’ possibile visitare il palazzo solo se accompagnati da una guida. Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale.

Castello medioevale

Il castello medievale ancora ben conservato. Costruito nel 1180 però fu per lungo tempo abbandonato dopo essere stato sede reale, di tribunale e prigione. Fu restaurato nel 1185. Qui oggi c’è il museo della tortura e ospita, tra gli altri, anche una ghigliottina.

Il porto

Il porto fluviale che un tempo era il centro commerciale ed economico della città. Qui si trova un granaio medievale con la facciata un po’ inclinata che impediva così ai topi di arrampicarsi.

Qui grazie alla produzione di lana morbidissima che veniva poi venduta in tutta Europa (successivamente sarà cotone e lino) Gand era diventata sempre più ricca. Quest’attività adesso non c’è più. 

Birrerie tradizionali

Esiste tuttora, invece, la produzione della birra nata in epoca medievale  grazie all’uso di una speciale spezia (gruut) che veniva mischiata all’acqua del fiume per renderla potabile. Dei 180 birrifici ora ne resta solo uno “La Birreria Gruut”. Se vuoi provarla devi andare in Rembert Dodoensdreef 1.

Cytadel Park

Cytadel Park è uno tra i più grandi parchi verdi della città ed è ricco di piante esotiche ma anche stagni e aiuole fiorite. E’ stato creato nel 1875 sul ex cittadella. E’ aperto 24 su 24.

Centro promozione tradizioni locali

Groot Vleeshuis è il centro per la promozione dei prodotti tipici delle fiandre. Si trova nel sito in cui c’era l’antico mercato coperto. Non c’è che l’imbarazzo delle scelta con grandi assortimenti di prosciutti e senape (da provare quella locale). Per maggiori informazioni https://www.grootvleeshuis.be/

Sull’autrice di questo articolo

Monica Palazzi

Mi chiamo Monica Palazzi, sono nata, e vivo tuttora, a Bergamo. Amo molto viaggiare .Ho una vera e propria passione per il turismo tanto che sono diventata perito turistico, conosco bene l’inglese, il francese e il tedesco e, prima o poi, vorrei imparare anche lo spagnolo.

Adoro sia leggere (in modo particolare i libri “gialli”) sia scrivere. Mi piace molto cucinare. E adesso sto “sperimentando” i dolci e i risotti… Stravedo per i cani.

Altri articoli di Monica qui e qui.